In questa guida mettiamo a disposizione alcuni consigli utili su come scegliere una pressa da stiro.

Sul mercato è possibile trovare diversi modelli e tipologie di pressa da stiro per uso domestico, in passato esistevano per lo più modelli per uso professionale, differenti nelle dimensioni e nel peso. Le presse da stiro professionali sono particolarmente ingombranti e pesanti e hanno bisogno di uno spazio molto esteso in cui collocarle. Inoltre non sono facilmente spostabili a causa del loro peso elevato. Le presse da stiro per uso domestico possiedono invece dimensioni minori e sono quindi facili da spostare e da utilizzare. A differenza di un ferro da stiro a caldaia, esse non necessitato di un asse da stiro, possono infatti essere poste su un qualsiasi tavolo e utilizzate quando serve. Le presse da stiro si scaldano in tempi rapidi, garantendo ottimi risultati. Indicativamente, il peso e dimensioni delle presse da stiro professionali si aggirano intorno ai 300 kg e ai 120 x 100 cm. Il peso e le dimensioni delle presse da stiro domestiche, invece, si aggirano intorno ai 10 kg e ai 65 x 55 cm.

pressa da stiro online

Come Funziona Pressa da Stiro

La pressa da stiro si presenta come un doppio piano che fa, appunto, da pressa e da ferro per la biancheria da stirare. Il piano inferiore è simile ad un normale asse da stiro, con la differenza che il materiale, nei modelli migliori, è del tipo termo riflettente, ed il cuscino particolarmente resistente alla pressione e alle alte temperature. La parte di sopra invece svolge la funzione di ferro da stiro, grazie ad una piastra forata e riscaldata, dalla quale esce il vapore ad alta temperatura, quando viene poggiata sul capo da stirare. Il vapore viene prodotto da una caldaia collocata sotto, o accanto, alla pressa, dotata di una resistenza molto potente, e di un paio di tubi che lo indirizzano all’interno del piano da stiro.

Vantaggi e Svantaggi di una Pressa da Stiro

Possedere in casa una pressa da stiro può essere davvero molto vantaggioso. Questo elettrodomestico è perfetto per stirare i capi più difficili, mantiene la superficie pulita consentendo una stiratura del tutto omogenea. Stirare con la pressa da stiro per uso domestico è davvero molto semplice ed il risultato sui capi d’abbigliamento sarò ottimo e soddisfacente. Inoltre, è bene evidenziare un aspetto pratico davvero molto positivo, con la pressa da stiro si può stirare anche stando comodamente seduti su una sedia.

Ovviamente, è importante adottare una serie di accorgimenti per rendere la stiratura ancora più perfetta. Ad esempio, può essere utile umidificare il capo di abbigliamento da stirare con alcuni spray facilmente reperibili in commercio, in questo modo, stirare gli indumenti sarà molto più semplice e i risultati saranno eccellenti.

Tuttavia, come tutti gli elettrodomestici, anche la pressa da stiro presenta alcuni lati negativi. Il tempo risparmiato non è poi molto, per stirare bene alcuni tipi di indumenti, con pieghe o cuciture, bisogna avere davvero molta pazienza. L’indumento, inoltre, va steso per bene per evitare che si formino grinze difficili da eliminare.

Ancora, i tempi di attesa per l’accensione della pressa da stiro sono senza dubbio superiori a quelli di un ferro tradizionale. L’ingombro poi non è paragonabile a quello delle presse professionali, ma lo spazio occupato dalla pressa è comunque maggiore rispetto a quello occupato dal ferro da stiro.

La pressa da stiro presenta una serie di vantaggi e di svantaggi e risulta essere per questo motivo che consigliamo di valutare bene l’acquisto di questo elettrodomestico, valutando quali sono le proprie reali esigenze In conclusione, la pressa da stiro per uso domestico è molto semplice da utilizzare e garantisce ottimi risultati di stiratura. Risulta essere sicuramente uno strumento di lavoro consigliato a tutti coloro che hanno sempre molti indumenti da stirare, specialmente camicie e altri capi di abbigliamento da uomo, e hanno poca dimestichezza con il ferro da stiro. La pressa da stiro è inoltre consigliata a tutti coloro che hanno problemi alla schiena e non possono stare in piedi troppo a lungo. Di contro, questo elettrodomestico è sconsigliato a chi non ha spazio sufficiente per riporla, la pressa da stiro, come ampiamente accennato, è infatti abbastanza ingombrante e ha bisogno dello spazio adatto per essere utilizzata nel modo migliore possibile.

Come Scegliere Pressa da Stiro

Vediamo quali sono gli elementi più importanti da valutare nella scelta di una pressa da stiro.

La potenza della caldaia
La potenza della caldaia è un dato molto importante perché, più è elevata, più ti consente di stirare velocemente i tessuti maggiormente sgualciti e consistenti, infatti il vapore, per penetrare una trama fitta e spessa, deve essere molto abbondante, caldo e continuo. In commercio trovi dei modelli che superano i 3000 Watt, e che vanno a regime in meno di due minuti. Veloci e potenti, queste presse da stiro sono utilissime se devi stirare grandi drappi e tendaggi, o tessuti in canapone particolarmente robusto, come le coperture per aree esterne. Una scelta che può avere un senso se possiedi una grande area a verde attrezzata ma che, per le lenzuola e le tovaglie di un appartamento, potrebbe essere sovradimensionata. Meglio, in questo caso, prendere una pressa da stiro con una caldaia di 1200 o 1300 Watt, che va a regime più lentamente, ma consuma molto meno ed è perfetta per la biancheria domestica.

Autonomia
L’autonomia di lavoro di una pressa da stiro dipende da due fattori, e cioè dalla quantità di vapore sprigionata nell’unità di tempo e dalla capacità del suo serbatoio. La prima dipende sia dal wattaggio della macchina che dalla possibilità, presente nelle presse di migliore qualità, di regolare la fuoriuscita del vapore. La seconda dalla capienza del serbatoio della caldaia che, nelle più piccole, non supera quella dei normali ferri da stiro, quindi al massimo è di mezzo litro. Del resto, per una pressa di bassa potenza e per un lavoro relativamente breve, è una quantità più che sufficiente. Se invece il lavoro che le affidi è più oneroso, allora è meglio orientarsi verso una pressa da stiro con un serbatoio più capiente, in modo da non doverlo rimboccare in continuazione, ed aspettare che l’acqua si scaldi, prendendone una da almeno un litro, soprattutto se hai necessità di una grande quantità di vapore.

La quantità di vapore
Nelle presse da stiro di migliore qualità, oltre a potere contare su una emissione di vapore più costante e abbondante, è anche possibile usufruire di un meccanismo di regolazione, che ti consente di scegliere tra un minimo e un massimo di emissione. In molte macchine trovi anche la possibilità di un’emissione concentrata di vapore, utile per dare al capo da stirare un primo colpo robusto. Ovviamente, per potersi regolare, bisogna consultare l’etichetta delle prestazioni, dove la capacità di emissione è espressa in grammi al minuto, con una misurazione che, nelle migliori, va da 45 g/m a 90 g/m. Alcune presse da stiro, tra l’altro, hanno anche l’opzione “stiratura verticale”, per rinfrescare i capi più delicati

Area di lavoro di una pressa da stiro
L’area di lavoro di una pressa da stiro corrisponde alla sua area di pressione, e può essere di dimensioni diverse. Nelle macchine meno performanti è decisamente ridotta, anche per consentire al vapore di arrivare ai fori sufficientemente caldo. Come per gli stiramaniche, quindi, puoi trovare presse da stiro molto contenute, anche 40 o 50 centimetri per 20, oppure più grandi, fino ad un metro, o un metro e venti, per trenta centimetri. In questi modelli fa la differenza anche il rivestimento dell’asse inferiore che, nelle migliori, è più spesso e morbido, e risulta essere sostituibile quando dovesse deteriorarsi con l’uso. Per quello che riguarda invece la parte superiore, che è praticamente l’equivalente della piastra del ferro, generalmente è in alluminio levigato, oppure, nelle presse da stiro di migliore qualità, realizzata con un materiale termo rifrattore. Una pressa da stiro si distingue anche per le funzioni che offre.

Le funzioni di una pressa da stiro
Più è di qualità la pressa da stiro, e più possibilità ti offre, grazie alle sue funzioni. Tra le più comuni troviamo i programmi preimpostati, che regolano automaticamente il vapore, e la temperatura della piastra, in base al tessuto da stirare. Poi c’è la stiratura a secco, che esclude il vapore, e utilizza solo il calore della piastra. Altre opzioni, che puoi trovare su una pressa da stiro, sono gli indicatori di acqua e temperatura, che ti avvertono delle condizioni del serbatoio e della piastra, e un allarme di sicurezza, oppure una funzione di auto spegnimento.

Gli accessori in dotazione
Il supporto per isolarla dal piano dove la appoggi, o un comodo piede smontabile per le più grandi, è un accessorio quasi indispensabile. Può capitare di trovare, nella confezione, anche un paio di ricambi delle componenti di maggiore usurabilità, come il cuscino o la cartuccia del filtro anticalcare, mentre è più difficile che vengano forniti, in dotazione, anche il nebulizzatore, e i guanti temici, che però è buona norma prendere in ogni caso. Anche per questo elettrodomestico, la marca, i materiali e il costo, sono elementi determinanti, per poter contare su uno strumento di buona qualità e durata.

Presse da Stiro più Vendute

Per concludere proponiamo una lista delle presse da stiro più vendute online in questo periodo con il relativo prezzo.

Cliccando sui prodotti presenti nella lista è possibile leggere le opinioni dei clienti.